2009 - 10MINUTI DI BLACKOUT COSTANO LA SCONFITTA

2009 - 10MINUTI DI BLACKOUT COSTANO LA SCONFITTA

2009 / pubblicato il 21 marzo 2022

di Alessandro Campo

SKILLSTAR - VENAUS 3-5

Termina la serie positiva della Skillstar che ritrova vecchie paure contro un avversario non irresistibile.

I ragazzi di Via Servais giocano contratti fin dalle prime  battute, poco determinati e grintosi, grande difficoltà nel pressing organizzato e manovra poco incisiva, ma nonostante la non grandissima giornata dal punto di vista tecnico, il solito Di Marco porta in vantaggio con il suo sinistro letale i ragazzi giallo fluo;e D'Apuzzo s'impegna a tenere inviolata la rete con due grandissime parate.

Nel secondo tempo, il Venaus si rende pericoloso; la Skillstar non riesce a gestire correttamente il pallone, gioca di rimessa con palle alte a cercare una sponda nel servire gli attaccanti, che vengono quasi sempre anticipati. Il portiere del Venaus protagonista in almeno due parate decisive. Nonostante la confusione in campo, sempre Di Marco segna ancora, portando la squadra sul 2-1.  Verso la fine del tempo, complici gli Infortuni di Ametis, Basano e Nagliero, arriva il meritato 2-2 del Venaus.

Terzo tempo, si spegne completamente la luce, si soffre, non si hanno + punti di riferimento e la difesa sbanda.....in realtà la squadra si abbassa nel tentativo di tenere le posizioni, la stanchezza si fa sentire, i cambi non sono possibili, molti giocatori sono fuori ruolo, si evince un appannamento mentale, si gioca solo a buttare la palla in avanti , dimostrando di non avere idee e soprattutto la sufficiente calma per poter decidere cosa sarebbe giusto fare. Le scelte di gioco spesso risultano sbagliate e di fronte a questa situazione centrocampo e difesa vanno in affanno commettendo errori evitabili. In 10 minuti il Venaus colpisce due volte e solo dopo aver subito i goal, la skillstar ferita  nell’orgoglio si riaffaccia in avanti e con il solito Di Marco ha la forza di accorciare il risultato sul 3-4. Tutti in avanti in modo confuso nel tentativo di trovare un golletto dell’ultimo minuto, ma come spesso accade, il Venaus colpisce ancora e si porta sul definitivo 5-3.

Un deciso passo indietro rispetto alle ottime prestazioni dell’ultimo periodo, la squadra non supporta l’assenza di quei quattro giocatori fondamentali nel loro ruolo. Molti  ragazzi  hanno fatto miglioramenti ma tecnicamente se non supportati a dovere non sono in grado di competere con gli avversari. L’aspetto mentale nelle difficoltà diventa fondamentale e oggi non si è stati bravi  nel reagire. 

Altre foto